Archivio per novembre, 2009

OCCASIONE PERSA !

Posted in Nadia e Flavio with tags on novembre 30, 2009 by nadiaflavio

Potevano prenderlo

L’avevano anche localizzato!!!!

by Flavio

Come promesso…eccovi “cambio turno”!!!

Posted in Nadia e Flavio with tags on novembre 26, 2009 by nadiaflavio

Scusatemi per l’audio, per il video, per tutto!!!!

 

Quando ce vo’, ce vo’!!

Posted in Nadia e Flavio with tags on novembre 24, 2009 by nadiaflavio
Panificio ore 19.00.
Ho il numerino 20 e stanno servendo il 4 , il che sta a dire che ho ben 16 anime davanti.
Il negozio e’ strapieno di persone e dal forno esce un caldo infernale.
Al mio fianco due streghe senza scopa travestite da anziane col 21 ed il 22 non fanno altro che lamentarsi sul fatto che i giovani non hanno voglia di lavorare:
ogni tanto una delle due mi lancia  un occhiataccia provocatoria quasi fossi l’esponente principale, responsabile della categoria.
Be’, in fondo un po e’ vero, ma solo per quanto riguarda il discorso anagrafico.
Io mi sento ancora giovane..diamine!!
La ragazza col numerino 15 dall’altra parte del negozio incrocia piu’ volte il mio sguardo come se si stesse chiedendo in quale occasione mi avesse conosciuto.
Anche per me il suo viso non mi e’ nuovo..ma dove l’ho gia’ vista?!
Le vipere velenose intanto continuano nei loro sproloqui sul mondo giovanile e la sua immoralita’.
La ragazza col numerino 15 intanto ha ritirato il suo pacchetto e dopo aver pagato si dirige verso la porta, e quindi,verso di me…
D’un tratto, si ferma,mi sorride, tra la curiosita’ delle due arpie, che ammutolite, osservano la scena:
“Ciao, Flavio giusto?”
“Fino a prova contraria…sono io!”
“Scusa sai, ma vestito non ti avevo proprio riconosciuto.”
“Figurati. Vieni anche il prossimo anno?”
“Certamente.. sai, ho coinvolto anche una mia amica,penso che verra’ anche lei”
“Perfetto! Piu’ siamo e piu’ ci si diverte.Ciao”
Ma certo, ecco chi e’ ..e’ Mara..ha la cabina stagionale ai miei stessi bagni, la ragazza del primo ombrellone vicino alla piscina.
Finisco di realizzare soddisfatto, quando, i miei occhi si posano sulle anziane zitellone che mi fissano piu’ intensamente e piu’ severamente di prima, probabilmente la frase:
“Vestito non ti avevo riconosciuto” deve aver colpito la loro seppur limitata immaginazione.
Io le osservo divertito, e, accennando un sorriso, mi esce spontaneo:
“Io il lavoro ce l’ho.
Sono un attore di films porno e quella era una mia collega, sapete com’e’…vestiti non ci si riconosce….”
“Il Ventiiiiii.
Chi ha il ventiiiiiiiiii?”
“Eccomiiii, scusate, con permesso!!!”
By Flavio

BEN 10 MOTIVI x ODIARTI!!!!

Posted in Nadia e Flavio with tags on novembre 19, 2009 by nadiaflavio
Caro mocciosetto rompiballe e saputello
solo ora riesco a scriverti queste poche righe per dimostrarti tutto il mio disappunto.
Pensavo che i miei problemi fossero finiti con l’accantonamento di Spiderman da parte del mio erede seienne.
Ero cosi’ felice…
Fino a quando, un bel giorno,da qualche parte su Sky, sei arrivato tu!
Eccomi  dunque ad elencarti i  dieci motivi per i quali mi fai schiumare di rabbia:
1) Da quando ti si e’ attaccato quel maledetto coso al polso dal nome di un antidepressivo, anziche’ andare dal primo fabbro vicino a dovecazzostai, non hai trovato di meglio che invadere la nostra casa  cambiando la mia vita .
In peggio naturalmente.
2) Cosi’ facendo hai attirato, oltre al malvagio alieno Vilgax, che almeno ti prendesse e facesse un mazzo tanto, anche le attenzioni di mio figlio Mirko che fa un tifo spietato per te.
3) In seguito al punto 2..per il mio piccolo,sono retrocesso dal ruolo di supereroe a quello di pantofolaio,canuto e morbidoso orsacchiotto da coccolare sul divano mentre lui, osserva estasiato le tue gesta.
4) Ti prendi spesso meriti per azioni che non hai compiuto tu.. falso, bugiardo megalomane!
5) Sei piu’ permaloso di un orso incazzato con le emmorroidi interne
6) Sei dappertutto, la tua faccia e’ ovunque: dalla tazza da latte alla mutanda di cotone!!!
7) Tua cugina Gwen (che se non altro mi sembra piu’ furba di te) e’ abile nelle arti marziali: cosi’, e’ anche colpa tua in quanto parente primo, se mio figlio sperimenta le sue mosse su di me cogliendomi spesso impreparato come dimostra il dolorosissimo calcio sferratomi nelle palle appena dieci minuti or sono da questa missiva.
0tt0) Tuo nonno Max, con il quale il mio piccolo mi paragona solo per pancia e lentezza di movimento, gli e’ simpatico da matti.
Lui lo adora perche’ ti porta dappertutto col suo camper , sempre all’avventura mentre io sono due anni che gli ho promesso di riportarlo a Gardaland  e non ce lo porto mai.
Ho tentato di spiegargli che tuo nonno non ha una cippa da fare dal mattino alla sera al contrario mio che devo andare a lavorare se voglio guadagnare abbastanza grano da comprargli tutti i fottutissimi personaggini che ti riguardano, ma non c’e’ verso di convincerlo!
9) Gli amici di mio figlio da te contagiati irrimediabilmente che non fanno altro che sfoggiare ogni santo giorno aggeggi strani, puppazzetti orribili e sempre piu’ costosi che si metabolizzano nella mente del mio bambino trasformandosi in un infernale cantilena: “Lo voglio anch’io, lui ce l’ha ed io no..dai ti prego, ti prego…” dalle snervanti conseguenze.
10) Per ultimo, ma essendo Genovese l’avrei dovuto mettere per primo, i soldi che mi hai fatto scucire per i vari XLR8, Rotolone, Pungiglione e che tu hai guadagnato anche sulle mie spalle .
Con disprezzo
un padre incazzato.
by Flavio

Concerto per pensionato

Posted in Nadia e Flavio with tags on novembre 16, 2009 by nadiaflavio
Ieri sera per celebrare il pensionamento di un collega (beato lui) abbiamo organizzato un concerto live in un paesello di provincia.
Dopo alcune settimane di prova abbiamo ottenuto un risultato incoraggiante considerato il fatto che a parte un paio di cavalli di razza, gli altri sono solo operai ed impiegati che si dilettano nello strimpellamento e nello starnazzamento a doppia stonatura.
Comunque, abbiamo preso delle canzoni…gli abbiamo cambiato i testi e siamo partiti con una scaletta di venti pezzi tutti a tema riguardante il nostro lavoro.
Abbiamo, nel segno del piu’ sfacciato ottimismo, allestito un buffet che avrebbe potuto sfamare il pubblico di Wembley al concerto dei Queen:
Torte dolci, salate,tartine,frittate,polpettoni,focacce,pizzette,crostate,patatine, noccioline, tiramisu’,tiramigiu’, spostati la’..mettiti qua….e che diamine devono venire a sentirci suonare mica ad ingozzarsi!!
Per darmi la carica, visto che mi avevano assegnato il ruolo di front man show, mi sono riempito una bottiglia di mezzo lt d’acqua, a Nardini.
Dovevamo ancora  incominciare che ne avevo gia’ scolata mezza!
Poi, verso le ventuno e trenta sono arrivati gli invitati ,non tutti insieme,alla spicciolata:
colleghi, ex colleghi, infiltrati, amici, amici degli amici, parenti, abitanti del luogo che avevano annusato la possibilita’ di mangiare ad ufo..alla fine una settantina di anime in tutto.
Dopo una presentazione da urlo….eccoci finalmente sul palco!
Il pensionato batterista incomincia a dar di matto sul rullante..partono gli accordi di gas bastardo una canzone scritta sulle note del pescatore di De Andre’, do una golata, l’ennesima, alla Fonte di Monte Cimone al gusto grappa..faccio roteare il mio plettro e guardando negli occhi una pivella in prima fila comincio a suonare…poi mi giro di lato e vedo che il mio collega, che come elettricista e’ uno spettacolo ma come cantante si stava letteralmente cagando nelle braghe, se ne stava impietrito ad aspettare di prendere la nota…gli passo la bottiglietta..lui la sorseggia prima lentamente, poi la tracanna tutta lanciandola sulla testa del contabile alle tastiere.
A quel punto gli urlo “Ora!”
Parte con un acuto degno dei cugini di campagna rompendo il ghiaccio e i timpani di quelli del primo tavolo.
Mirko, un ragazzo di un metro e novantadue, al basso…gli fa un cenno di ok col dito.
Tra il buio della sala ed il fumo sparatoci addosso mi sembra di essere chiuso in una stanza con Bob Marley e Peter Tosh, ma sento gli applausi del pubblico in sala ed e’ stupendo.
IL tempo passa, l’esaltazione aumenta e cosi’ arriviamo in fondo alla scaletta.
Non so se abbiamo fatto degli errori e non me ne frega niente.
Il fatto di veder la gente saltare,dimenarsi, battere le mani ci da una sensazione stupenda…di onnipotenza.
L’elettricista..o meglio il cantante ora e’ sciolto di brutto e si dimena come un anguilla risultando un pochino patetico, ma chissenefrega..spacca da matti, le tardone se lo mangiano con gli occhi e lui canta da Diodo!!!!
Alla fine dopo ben quattro bis (che non e’ una legge, ma il numero di repliche) chiudiamo ringraziando gasati come mandrilli in calore.
Avevamo iniziato scusandoci..abbiamo concluso firmando autografi.
Il batterista pensionato, sudato come un maiale a ferragosto, mi viene incontro, con in  mano tre pizzette e con la bocca piena di polpettone mi urla visibilmente commosso:” Gnam gnam….Uhmn Trionpho..gnam gnam!!!”
Al prossimo giro l’mp3!!!!
Flavio