MATRIMONIO INVERSO

giudTutto e’ finalmente pronto nel piccolo paesino dell’ entroterra Messinese.
Davanti al palazzo del piccolo comune i parenti dei  due futuri divorzini si guardano in cagnesco insultandosi a vicenda nell’attesa dell’arrivo dell’auto che avrebbe portato la divorzina dinnanzi al suo futuro ex marito.
Lui nel frattempo, nervoso come un alunno che non sa una mazza alla lavagna, inganna il tempo consultandosi con il suo testimone di separazione, l’avvocato.
l’aria e’ tesa come nei giorni peggiori e si puo’ tagliare con il coltello a serramanico di molti dei presenti.
Poi, finalmente, arriva la vettura: la divorzina scende incazzata come una bestia accompagnata dal padre e da un amico giurista.
Tutti entrano nella sala comunale spingendosi reciprocamente e sistemandosi alle due ali dell’immobile:
i parenti di lui a sinistra, quelli di lei a destra.
Finalmente parte la musica..la colonna sonora della guerra dei roses e i due divorzini si posizionano davanti al sindaco.
Questi, dopo alcune frasi di rito, invita i testimoni a strappare le fedi dalle dita dei due mentre pronuncia le famose parole:
“Vuoi tu Lucilla divorziarti da Ernesto e promettergli guerra su tutti i fronti  fino che giudice non vi separi ed avvocato non vi spenni e legge non vi rovini?”
“Si lo voglio per sto cornuto!!!|”
“E tu Ernesto, vuoi procedere nella causa contro Lucilla pur sapendo che in questi casi l’uomo al novantanovevirgolanovepercento lo prende in quel posto?”
“Si’, si’,’ lo voglio…fetente di una zoccola!”
Bene, per il potere conferitomi vi dichiaro divorziati, andate in odio e figli in affido!
Subito i parenti in segno di festa si mettono a cantare inni da stadio gli uni contro gli altri e cosi’ l’aria si riempie di suoni del tipo:
“Se veniamo di li’, se veniamo di li’, vi facciamo un culo coooosii”
oppure
” Chi non salta e’ un suo parente eh eh!!”.
La folla esce disordinatamente dalla sala riservando per i due divorziati il tradizionale lancio di bulloni da sedici e rondelle glover mentre le agenzie investigative mostrano agli avvocati testimoni le foto compromettenti dei reciproci tradimenti, la divorzina si produce nel consueto lancio del carnet di assegni di mantenimento verso le amiche infelicemente sposate.
Il divorzino dal canto suo ottiene il conforto degli amici che lo abbracciano e gli urlano” finalmente libero!!” in segno di giubilo.
Poi, finalmente tutti si infilano nelle auto e sgommano verso il ristorante “LA LAMA” appositamente allestito per la rissa finale al grido di EVVIVA I DIVORZI!!!!!!
by Flavio
Advertisements

Una Risposta to “MATRIMONIO INVERSO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: