Oggi è caduta la neve in città!

io3.jpg
Ieri sera mia moglie guardava ansiosa e speranzosa dalla finestra.
Passo e le dico:
“I bambini dormono, una si è addormentata sul divano con la testa a penzoloni, l’altro con un giornaletto nel bagno, li porto a letto.
Ma che guardi? E’ buio non si vede un acca di fronte c’è un palazzone, ti sei forse fatta l’amante e vi mandate i messaggini?”
“Ma non dire scemate, è che sento che nevica.
Che bello!”
Che bello? Ti ricordo che non siamo a Cortina o Courmayeur ma a Genova.
E qui, quando quei graziosi fiocchettini si decidono a cadere creano solo del casino!
“Ma no dai, vuoi mettere tutto imbiancato com’è suggestivo!”
“Guarda che domani mattina devi andare a lavorare e non so se il tuo scooter li fa quei quattro chilometrini quattro che ti separano dal dovere se fuori c’è una tormenta!
“Vabbè chissenefrega uffa! Non ti piace mai niente!
Non ti piace la montagna, non ti piace sciare, non ti piace la neve e che barba che noia!
Vorrà dire che se non posso andare in moto andrò in auto. A proposito, le catene?”
“Sono dietro nel bagagliaio ma non puoi metterle”
“E perchè?”
Perchè sono per figura…vanno bene ad un utilitaria”!
“E perchè le tieni allora?”
“Sai se mi fermano sono obbligatorie…ti dicono bisogna avere le catene a bordo ma mica ti specificano quelle della misura giusta!”
“Ma che ci parlo a fare con te!”
“Ma non è la questione. E’ che la neve qui mi rompe solo che le palle!
Si blocca tutto in città:le macchine non vanno, gli autobus sono già un miraggio in primavera figurati con queste giornate, il metrò qui a Genova è il più corto d’Europa e la fermata più vicina a casa nostra è più distante di dove devi andare…..”
“Guarda non m’importa..vado a piedi. L’importante è che nevichi!”
Stamattina ci siamo svegliati che piovvigina appena, mentre mi giro nel letto con la mente ancora proiettata ai tropici e all’acqua cristallina che mi rinfresca la pelle abbronzata dal sole sento mia moglie che brontola vestendosi nervosamente.
“Uffa, eppure hanno detto che nevicava, invece solo questa stupida pioggia!”
Il pensiero mi è volato dalle onde al “sono salvo, niente neve!”
Poi mi saluta uscendo frettolosamente con in mano il casco segno che avrebbe preso la moto.
Intanto si fanno le nove, esco di casa aprofittando della mia giornata di festa e del fatto che i bimbi li ha presi mia suocera per sbrigare alcune faccende lasciate in sospeso.
Sono ancora nell’ascensore che mi squilla il cellulare: è mia madre che mi avverte:
“Hai visto come nevica, dove sei?”
“Veramente no, sto uscendo adesso!”
Esco per strada che i fiocchi cadono copiosi, affretto il passo per raggiungere l’ufficio postale pensando a mia moglie “C’è riuscita maga maghella a far nevicare!”, mentre lo penso i fiocchi aumentano d’intensità.
Schivo le cacche dei cani coperte da un manto bianco con l’abilità di un artificiere in un campo minato.
Entro nell’ufficio appena in tempo e mi metto in coda ad una fila chilometrica di vecchietti in attesa della pensione.
Nel frattempo le persone che mano mano arrivano dopo di me hanno i vestiti sempre più imbiancati ed i loro commenti sono eloquenti:
“Ghe manca anche a neive a rumpine u belin!”
Ma allora non sono il solo, ho degli alleati!
Esco dalle poste e noto che i marciapiedi sono già coperti, un signore scivola ed impreca tirando giù una compilations di Santi da brividi, due donne con le macchine sulla strada ferme con le quattro frecce discutono animatamente su una precedenza non data attirandosi le ire degli altri automobilisti in un concerto esaltante di clacson ed insulti.
Decido di prendere l’autobus. Tra cinque minuti passerà, penso.
Dopo un quarto d’ora sento un rumore di ferraglia ..ecco che arriva il 47 con le ruote incatenate come un punk: si aprono le porte, un ragazzo tenendosi credo con la lingua in mezzo ad una selva di persone imbardate come giocatori di football Americano mi guarda e mi fa:
“Se sali tu deve scendere l’autista!”
” Capito, prendo il prossimo!”
Finalmente riesco a fare i miei giri..e ritorno a casa che sono le 14.00 distrutto ed infreddolito.
Mi butto sul divano toccandomi il naso ghiacciato per sentire se c’è ancora, quando il telefono squilla.
E’ mia moglie dal lavoro:
“Senti, qui è un casino, devo lasciare la moto, non è che puoi venire a prendermi in macchina?”
L’istinto avrebbe voluto risponderle “Ora vieni a piedi cara la mia Bernacca!” ma la ragione mi ha detto non offenderla in fondo è la tua mogliettina , così Bernacca non gliel’ho detto ma “Ho l’auto bloccata vieni a piedi, quello sì!”
Poi mi sono ributtato sul divano pensando che in fondo anche una bella nevicata ha i suoi lati positivi !
 
 
by Flavio

Annunci

23 Risposte to “Oggi è caduta la neve in città!”

  1. stavolta non hai colto il lato poetico della cosa… chiamata neve
    Peccato!
    dona

  2. Forse hai ragione Dona, ma ti assicuro che quando nevica qui in città di poetico non c’è nulla purtroppo e dico purtroppo perchè mi piacerebbe stare con il naso dal vetro a vedere i fiocchi che cadono soffici sulla strada.
    Il problema è che bisogna uscire per lavorare, spesso come nel mio caso ad orari impossibili, attraversando tutta la città da una parte all’altra e riattraversarla a fine turno coperti come l’omino Michelin per l’aria fredda che ti entra nelle ossa!
    Credimi, di poetico anche con la buona volontà in tutto questo non c’è niente!
    E poi a me piace la bella stagione,il caldo, il sole,il mare.
    Vestirmi con una maglietta, pantaloncini e sandali.
    Prendere la mia moto e andare al tramonto in riviera.
    Restare sulla spiaggia fino a tarda sera.
    Ogni animale ha il suo habitat ed io sono un “animale marino” che ci posso fare?
    L’inverno mi mette una tristezza addosso, meno male che ho un carattere positivo!
    Ciao cara

  3. allora è colpa di tua moglie!!!!!!

  4. Non lo so Andrea, sicuramente ha dato il suo contributo!!!!

  5. Il lato oscuro della neve è che si trasforma iin quel fastidioso “paciugo” in men che non si dica… io quest’anno ho deciso che la neve la odio….

  6. che bella immagine la tua Flavio, ho visto tutto quello che hai scritto…e poi ho visto Genova in tv brrrrr ma anche qui a Roma non si scherza!!
    Buona giornata

  7. X Richard:
    Quel pantanaccio scivolosissimo eh?
    Ti saluto

    X francesca:
    Mi piacerebbe stare al calduccio ma mi tocca uscire fra venti minuti.
    Tu come sei messa?
    Un abbraccio

  8. Qui a como siamo in pieno paciugo. I ricordi che ho delle nevicate da bambino sono di silenzio ed atmosfere ovattate. Quello di oggi è fatto di bestemmie dei muratori bergamashi sui furgoni che sbandano!!!!
    Andrea

  9. bè direi che a parte la neve gelata sulla rampa del garage, la neve in città è una rottura di maroni 🙂

  10. X cloruro:
    Non mi dire che ti diverti a scivolare con lo slittino su quella rampa?
    X Andrea:
    Chissà che repertorio!!!

  11. spiritofstluis Says:

    Tra Milano e Bergamo si è creata una palude nera orrenda.
    Sai, questa mattina per strada ho incontrato un signore disperato, un camion slittando gli ha sfondato il cancello di casa… magari anche a lui la neve non piacerà più (al camionista forse non piaceva già prima)

  12. Io odio la Neve se è poca e cade malamente ! sono perfettamente allineata con il tuo pensiero! Porca puzzola qua a Torino è 2 giorni che ci fanno l’allarmismo che ne verra’ giu’ un metro e invece un cassussss!
    Io dico , se deve nevicare che nevichi che merita ! non 4 fiocchi delle balle che non sanno ne di me ne di te!
    Deve bloccare tutto, allora ha un senso! cosi’ è solo PACIOCCO.
    W LA NEVICATA GALATTICA!

  13. Aui saranno al messimo 5 centimetri, e si scioglieranno…come neve al sole

  14. manca il racconto del day after e… questo preoccupa
    :-S

  15. AIUTOOOO
    IL MIO COMMENTO è SICURAMENTE FINITO NELL’ANTISPAM!!
    CERCAMIIIIIIII !!

  16. X wood:
    Ciao bentornata!
    Tutto a posto ti ho recuperata.

    X Oscar:
    Solo un pò di casino.Qui in città allarme rientrato

    X chit:
    Ti rispondo sano e salvo…..per ora!

  17. quello che tu hai descritto e’ il lato scocciante e disagevole della neve che dura al massimo un giorno o due… poi se non piove e se la nevicata e’ sufficientemente giusta resta la poesia.
    Non ho preferenza mare o montagna… entrambe hanno i lati scocciati e i lati poetici…
    Tu sei solare ed e’ quello che mi piace di te… non ho ancora scoperto i tuoi lati scoccianti e quelli poetici 🙂
    Dona

  18. Indaga Dona, indaga!
    Cerca the dark side of me!!!!!!
    Ti abbraccio!
    Flavio

  19. Puo’ esser che non ci sia, puo’ essere che non sia necessario scoprirlo, puo’ essere che non ne abbia il diritto.
    Mare o montagnia che sia mi piace il sole.
    Dona
    Ps. a dire il vero il lato poetico l’ho scoperto nel tuo commento su Dylan…

  20. io ieri sono stata al caldo dalle sei del pomeriggio in poi…oggi fa meno freddo qua

  21. Da me solo pioggia. Ieri è piovuto tutto il giorno… una noia infinita e che tristezza… oggi c’è un pallido raggio di sole… spero che duri…
    Comunque tua moglie è veramente simpatica. Sarà che io mi sarei comportata esattamente allo stesso modo…
    sereno weekend
    Melania

  22. Ti ringrazio per la simpatia ,e ti assicuro che con mio marito dal primo
    giorno che l’ho conosciuto ho imparato che non mi posso mai aspettare
    di farmi venire a prendere anche quando c’è il sole!E’ SIMPATICAMENTE
    BASTARDO DENTRO!!
    CIAO CIAO by Nady

  23. Cara Nady, chissà perché gli uomini simpaticamente bastardi dentro è una categoria che conosco molto bene…
    Ciao e a presto
    Melania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: