MA DOVE VADO A CAPODANNO ?

fc.jpg

Ragazzi, tra poco è capodanno!
Oddio,non è ancora proprio dietro l’angolo ma su queste cose è meglio organizzarsi per tempo.
Il problema è proprio questo: organizzarsi si’,ma per fare che?
Le mie esperienze passate in proposito sono state diverse e quasi mai nessuna soddisfacente. Se dovessi fare una classifica in negativo delle 3 esperienze disastrose legate a questo evento direi:
1^posto:Esperienza DISCOTECA. Voto 2
500 anime stipate come sardine in un locale che ne poteva contenere si e no 300/350. Musica a palla che per poter soltanto dire “scusa sai dove sono i cessi?” al tuo vicino di agonia dovevi pregare in ginocchio il DJ che ti facesse fare un intervento al microfono.
Attesa per entrare interminabile tanto che un mio amico si becco’ pure un ceffone dal buttafuori dopo che questo si senti’ preso per il culo dalla domanda “Ce la facciamo ad entrare per quest’anno o siamo in fila per il prossimo?”
Tacchinamento pressapoco impossibile data la scarsita’ di fauna femminile.Il rapporto era venti uomini ad uno.
Anche il rapporto Pozzi Ginori /Principesse purtroppo era 20 a uno quindi le speranze ridotte al lumicino.
Prezzo di entrata esorbitante tanto che alla cassa campeggiava il seguente cartello:
DONNE GRATIS!
UOMINI eccezionalmente per questa serata 12 rate ad interessi zero!
Incluso nel prezzo un pandoro da discount e una bottiglia di pregiato moscato tedesco.
Sudore libero.
2^posto:Esperienza FESTA PRIVATA.Voto 3
Dopo una prima parte passata con gli amici a fare da organizzatore:quindi volantinaggio con tanto di tacchinamento per le strade,visione di gruppi da far intervenire a suonare dal vivo,scelta del personale che potesse dare una mano,scelta della sala, delle bibite e alcolici (ancora si poteva) e tante altre cose che sembravano presagire un capodanno finalmente divertente,si verificarono alcuni spiacevoli inconvenienti!
Il guardaroba si ruppe sotto il peso dei cappotti tanto che riuscimmo a consegnare l’ultimo il due di Gennaio ad un tizio che cosi’ rispose”Non è la mia giacca ma questa è di pelle e me la tengo!”.
Il gruppo che doveva suonare dal vivo venne bersagliato da un lancio di bottiglie al primo accordo (non avevamo fatto un sondaggio sui gusti musicali dei partecipanti) ed il cantante portato all’ospedale con codice verde.
Un nostro buttafuori (che poi era Gianni detto smilzo 56 kg per 1m e 60 di altezza)per fare il fico con una ranza si intestardi’ a non far entrare due signori dicendogli parole irripetibili sotto i fumi dell’alcool e non si arrese neanche all’esibizione da parte di quest’ultimi del tesserino S.I.A.E. segno che per noi la festa era finita ed eravamo pressochè rovinati.
Per la cronaca ci salvo’ il fatto che eravamo pivelli e nullatenenti e soprattutto che i due ispettori si misero una mano sul cuore!
3^posto.Esperienza ALL’APERTO Voto 4
Fui invitato con la mia attuale moglie allora fidanzata, da amici, ad una festa in piazza in un’altra citta’.
Ricordo che mio padre m’ impresto’ il suo abito più bello e mi diede anche una spillina d’oro d’ appuntare alla giacca.
Portammo le foto fatte con quei ragazzi l’estate riguardanti i luoghi dove ci eravamo conosciuti:ben sei album,telecamera imprestata per l’occasione da uno zio,regali.
Partimmo con entusiasmo e dopo un viaggio in auto di tre ore arrivammo.
La ragazza ci fece parcheggiare in un posto a detta di lei sicurissimo e alla mia preoccupazione per i bagagli ben visibili all’interno lei mi rispose sorridendo”Ma dai,stiamo solo due minuti in casa prendo le chiavi e scendiamo subito”.
“Va be’” risposi io “prendo solo la telecamera che non è mia”.
Fu l’unico oggetto che presi e l’unico che mi rimase all’uscita da quell’appartamento!.
Oltre alla mia auto aperta e svaligiata naturalmente!
Passammo la serata in una caserma dei carabinieri!
Ora,da quando abbiamo dei bambini,sono anni che trascorriamo il capodanno in casa di amici:siamo le solite tre coppie,praticamente ci vediamo invecchiare a quel tavolo.La noia ed i soliti discorsi la fanno da padrone dopo pochi minuti pero’ almeno,salvo imprevisti,siamo al sicuro!
Figli permettendo!
Insomma capodanno non è certo tra i miei giorni preferiti,forse perchè ti devi divertire per forza e a me le cose forzate non piacciono.Ma posso sempre cambiare idea in proposito.
Naturalmente accetto consigli!
quattro…tre….due….uno…………………AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!
Flavio
Advertisements

9 Risposte to “MA DOVE VADO A CAPODANNO ?”

  1. ti manca un mano nella mano nel ristorantino con cassettoni primi 900, e silenzio assordante delle sette coppie in borgo Incrociati.
    Poi a casa che sono appena le 21,30. Maurizio Costanzo, trenino braseleiro e “vado a letto che sono stanca, ciao, eeeh… auguri”.

  2. Zero idee é da una vita che non lo festeggio.

  3. Carissimo Flavio,
    io ho avuto pure esperienze traumatizzanti, ne cito solo 2:
    1- Discoteca in palatenda, dove all’1 già cominciò a piovere SUDORE!!!
    2- In piazza a Palermo con RON!!! 2 palle da morire!

    Penso di averti uguagliato…
    Quest’anno a casuccia!

  4. E’ anni che con gli amici andiamo in una baita mooolto rustica in montagna: una bettolaccia sul serio. Cucuniamo, mangiamo, beviamo (in quell’occasione marecchio, senza ubriacarsi però), giochiamo a carte, risiko, ecc. ecc., ma soprattutto spariamo salve a palle incatenate di cazzate e cattiverie! 🙂 ,il tutto davanti al fuoco rassicurante del focolare.
    Alla mezzanotte usciamo, ci fumiamo la pipa, stappiamo la bottiglia nello spendido silenzio della montagna illuminata dai botti dei paesi ai suoi piedi e sentenziamo sereni, diveriti e palcidi: <>. Compiuto il rito, ce ne torniamo a goderci la nostra splendida Amicizia. 😉

  5. Non sò perchè non l’ha scritto. Dopo il “placidi” ci sta <>

  6. Ma porca vacca! Provo lenza le virgolette: anche questo sarà un anno di merda!…Ma è un suo problema. Se combini, per cortesia, metti in ordine sto casino. Maledetti calcolatori elettronici!

  7. X Ale:Si in effetti quella mi manca!Ma mai dire mai!

    xXeena:Forse tutto sommato,fai bene cosi’.

    xgino:dovevi immaginarlo RON-PIPALLE!

    XVox:Quello che descrivi dev’essere assai suggestivo!Altro che citta’.Ti invidio un po’.
    PS.Il modo con cui commenti mentre ti incasini col PC è talmente simpatico che valeva la pena pubblicarlo.Non me ne volere.

  8. “Maramaldo”! 😉

  9. Ammappete Vox, suggestioni alpine incredibili.
    Metterai anche il cappello con la piuma, spero?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: