Archivio per gennaio, 2011

Mattinata Epifanica

Posted in Nadia e Flavio with tags on gennaio 6, 2011 by nadiaflavio

Ore 07.30.
I miei due figli mi svegliano con uno strattone che tra un po mi fa ruzzolare giu’ dal letto…
“Papa’, vieni a vedere in cucina, e’ arrivata la Befana questa notte…c’e’ ogni ben di Dio..caramelle, cioccolatini e tante calze colorate strapiene di dolciumi….
“MMmm..e te credo ce l’ho mes…..ehm, si un attimo arrivo..ma non tiratemi..per favore, fate piano…..
Nadia ma non si potrebbero abolire ste’ feste? Un giorno che possiamo dormire un po di piu’, dico uno…..”
“E dai, ancora qualche anno e poi alla Befana non ci pensano piu’……”
“E va bene.mi alzo…”
Con uno sforzo immane infilo i miei due piedoni nelle pantofole, mi stropiccio gli occhi e mi stiracchio quando, mio figlio in preda all’euforia mi viene incontro pattinando sui calzini e mi scontra proprio li’ dove non batte il sole e forse neanche piu’ il cuore, nel senso che me li massacra con una pugno chiuso contenente una schifezza in plastica!
“Guarda papi, c’e’ anche il nuovo bakugan sfera distruttore…”
“Porc…fai piano piccolo..mi hai distrutto le mie di sfere…che male cane!!
Vai di la’ che ora arrivo..vai..vai..e vaiii!!!”
Mi avvio stancamente in cucina e mi siedo su una seggiola ad osservare i miei pargoli aprire, sfasciare, assaggiare, scartare, costruire, sorridere, urlare, schiamazzare, gioire e mentre penso a come e’ possibile che in talune occasioni siano cosi’ arzilli, dinamici , leggiadri come gazzelle ed in altre, vedi Lunedi’ prossimo, alla ripresa della scuola si trascinino come bradipi Messicani pigri verso la tazza del latte senza proferire parola, incazzati come pochi…mah, roba da Piero Angela!
“Va bene..ora papa’ se ne torna un po’ a letto a riposare….OCAPPA?..”
Mi infilo sotto le coperte mentre fuori nevischia e penso che bello starsene un po al caldo in questo raro giorno di fes………DRIN DRINN
“Nadiaaa vai tu e’ la porta….”
“Non possooo, sono in bagno!”
DRIINN DRIIINNNN
“Bimbi andate ad aprire….bimbiii la portaaa…”
“Stiamo giocando papa’…vai tu…..”
DRIIINNNNN DRIIIIIINNNNNN
“Ma vaffanc….ma chi cacchio puo’ essere a quest’ora….”
Mi alzo, percorro il corridoio che mi separa dalla bilndata fissandola con lo sguardo per cercare di penetrarla, perforarla per abbattere lo/la scassacazz… che c’e’ dall’altra parte, perche’ di sicuro qualcuno c’e’ e di sicuro e’ uno/una scassacazz!!!
Apro nervosamente e vedo di fronte a me quello che immaginavo, ma, i miei occhi non avrebbero mai voluto vedere:
mia suocera con in mano due calzette colorate che mi accenna un sorriso forzato e me le agita davanti..dopo un comprensibile secondo di smarrimento non riesco a far altro che dire:
“AH, E’ LEI!! CHE VUOLE?  HA DIMENTICATO LA SCOPA PER CASO ?”
by Flavio
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.